Glossario finanziario

 

 

 

| A | B | C | D | E | F | G | H | I | J | K | L | M | N | O | P | Q | R | S | T | U | V | W | X | Y | Z

 

Carta di credito
Documento che abilita il titolare, in base a un rapporto contrattuale con l'emittente, a effettuare acquisti di beni o servizi con pagamento differito presso qualsiasi esercizio convenzionato con l'emittente stesso. Il regolamento da parte del titolare avviene a cadenze predefinite, di norma mensilmente, in unica soluzione ovvero, se previsto dall'accordo, in forma rateale; esso può essere effettuato con addebito in un conto bancario, preautorizzato dal titolare stesso, ovvero con altre modalità (assegno, vaglia). Viene emessa da enti bancari, da società specializzate (carte travel and entertainment - T & E) o direttamente dagli esercenti di catene di distribuzione commerciale (fidelity card). In quest'ultimo caso, la carta può essere utilizzata per il pagamento di acquisti effettuati in tutti i punti di vendita della catena di appartenenza.

Carta di debito
Documento che consente al titolare di effettuare operazioni su terminali presso i punti di vendita (POS), installati presso esercizi commerciali; a differenza della carta di credito, essa prevede l'addebito, tendenzialmente in tempo reale, di ogni transazione sul conto corrente bancario a essa collegato. Generalmente è utilizzabile anche su sportelli automatici (ATM).
 

 


Carta Eurochèque
Carta assegni, accettata a livello internazionale, introdotta negli anni settanta da banche della Germania e del Benelux. Viene utilizzata come carta di garanzia di assegni di formato standard (Eurochèques uniformi), impiegati sia nei pagamenti sia per prelevare contante nella valuta del paese in cui si effettua l'operazione. Negli ultimi anni è andata evolvendo in carta elettronica. In Italia, un accordo interbancario del novembre1988 ne ha previsto l'emissione da parte delle banche italiane. Dal 1989 il circuito degli sportelli Bancomat si è progressivamente aperto ai portatori esteri di carte Eurochèque.

Cash dispenser
Sportello bancario automatico (ATM) che consente unicamente la funzione di prelievo di contante.

Cassa di compensazione e garanzia
Società per azioni costituita nel marzo del 1992 a cui la L. 2.1.1991, n. 1, ha affidato il compito di garantire, sui mercati italiani, le operazioni in future e options, nonché il buon fine e la liquidazione dei contratti su titoli quotati; la Cassa svolge queste funzioni di garanzia sulla base di disposizioni emanate dalla Banca d'Italia d'intesa con la Consob. Nell'ambito dei contratti future e options la Cassa assume la posizione di controparte centrale per ciascuna operazione stipulata; per il mercato azionario, invece, la Cassa gestisce il Fondo di garanzia della liquidazione a contante e il Fondo di garanzia dei contratti.

CCT (vedi: Certificati del Tesoro)

Centrale dei rischi
Istituita il 1º aprile 1964 dal CICR, opera presso la Banca d'Italia. Riceve le segnalazioni di tutte le banche sulla posizione dei propri clienti il cui affidamento superi determinate soglie minime; le banche possono richiedere informazioni sull'esposizione di clienti già affidati presso altre banche. Su base campionaria, la Centrale dei rischi raccoglie informazioni anche sui tassi d'interesse attivi e passivi praticati dalle banche.

Certificati del Tesoro
Titoli obbligazionari emessi dal Tesoro e suddivisi in diverse tipologie.
I CCT (Certificati di credito del Tesoro) sono titoli a medio e a lungo termine, soggetti a indicizzazione finanziaria delle cedole. Le cedole semestrali successive alla prima sono attualmente indicizzate al rendimento dei BOT a 6 mesi relativo all'asta della fine del mese precedente il periodo di decorrenza della cedola stessa, maggiorato di uno spread.

I CTO (Certificati del Tesoro con opzione) sono titoli a tasso fisso che danno facoltà al portatore di chiedere il rimborso anticipato alla metà della vita del titolo.

I CTZ (Certificati del Tesoro zero-coupon) sono titoli con scadenze di 18 e 24 mesi, privi di cedole.

Sono inoltre emessi certificati di credito del Tesoro a tasso fisso, utilizzati principalmente per il ripianamento di debiti pregressi del settore pubblico.


BTE (Buoni del Tesoro in ecu)
Titoli in ecu a tasso fisso, emessi con cedola unica e con scadenza annuale.

CIPA (Convenzione interbancaria per i problemi dell'automazione)
Associazione interbancaria avente lo scopo di formulare le strategie di sviluppo dell'automazione del sistema creditizio con precipuo riferimento sia alle infrastrutture di teletrasmissione sia alle applicazioni interbancarie; di elaborare, coordinandone la realizzazione e l'attivazione, progetti comuni con particolare riguardo allo sviluppo del sistema dei pagamenti, nonché di avviare studi e iniziative anche in campi nei quali non siano indispensabili soluzioni comuni. Vi partecipano la Banca d'Italia, che ne detiene la presidenza e la segreteria, l'ABI, 89 enti creditizi e 12 membri senza diritto di voto (SIA, SSB, Seceti, Istinform, IPACRI, Servizi interbancari, Monte Titoli, UIC, Cassa di compensazione e garanzia, Siteba, Cedacri Nord, Cedacri Ovest).

Compensazione giornaliera dei recapiti
Insieme di procedure che costituisce il sistema di compensazione nazionale dei pagamenti monetari, regolato e gestito dalla Banca d'Italia, ai sensi del RDL 6.5.1926, n. 812. Alla compensazione possono attualmente partecipare, insieme con le Filiali della Banca e con le Sezioni di tesoreria provinciale dello Stato, le banche e l'ente Poste. Le diverse procedure sono raggruppate in sottosistemi (Recapiti locale, Dettaglio, Ingrosso e Memorandum elettronico) specializzati per tipologie di operazioni. I saldi di ciascun sottosistema confluiscono in una procedura elettronica, "compensazione nazionale", che determina il saldo finale di ciascun aderente nei confronti del sistema nel suo complesso (saldi multilaterali) e provvede alla loro contabilizzazione nei conti intrattenuti dagli aderenti presso la Banca d'Italia.

Conti accentrati in titoli (CAT)
Conti di deposito di titoli di Stato accesi presso la Banca d'Italia nei quali confluiscono i saldi della liquidazione dei titoli. La movimentazione dei conti avviene in tempo reale, attraverso la rete interbancaria e gli sportelli dell'Istituto. Questi conti, accentrati a livello nazionale, possono essere detenuti da banche, SIM, agenti di cambio ed enti internazionali di deposito accentrato.

Conti accentrati in titoli (CAT)
Conti di deposito di titoli di Stato accesi presso la Banca d'Italia nei quali confluiscono i saldi della liquidazione dei titoli. La movimentazione dei conti avviene in tempo reale, attraverso la rete interbancaria e gli sportelli dell'Istituto. Questi conti, accentrati a livello nazionale, possono essere detenuti da banche, SIM, agenti di cambio ed enti internazionali di deposito accentrato.

Contratti uniformi a termine
Contratti, stipulati in mercati regolamentati, che prevedono lo scambio di strumenti finanziari a termine, quali i future e le opzioni su future, e le cui caratteristiche, relative alla scadenza del contratto e alla specie di titoli oggetto del contratto, sono uniformi.
 

 

Alcuni termini del glossario sono a cavallo tra finanza ed economia.

 

Glossario finanziario

 

Glossario di Economia


Glosario dei termini Bancari


Siglario

 

 

Aprire un conto Svizzera

Aprire un conto di Risparmio Svizzero

 

Istituti autorizzati Svizzera

Lista delle Banche Centrali

 

Il segreto bancario in Svizzera

 

Quale è il codice IBAN e SWIFT di un conto bancario?

 

Lista delle codice SWIFT

 

Apostilla
 

Trasferimento elettronico dei fondi


Banca offshore

 

Lista delle Paradisi fiscali

Glossario

 

 


Copyright © 2005-2016